Mission

Tecnica ed arte al servizio della moda

Art Lab

Azienda con sede a S. Croce sull'Arno (PI), nasce come vero e proprio laboratorio artistico al servizio dei migliori brand della moda. In 30 anni di attività, i tecnici e lo staff di Art Lab hanno fatto della rifinizione tradizionale un'arte pura, forgiando articoli sempre nuovi e personalizzati.

La costante ricerca dell'azienda si basa sulle conoscenze dei prodotti di rifinizione tradizionale da applicare sui pellami selezionati dai clienti. Questi, poi, vengono rifiniti sapientemente in vari modi: tramite aerografi, tamponature, inkjet a altre tecniche manuali o meccaniche.

Tutte le lavorazioni avvengono internamente: dalla preparazione fino al fissaggio finale e collaudo. Questo è il vero valore aggiunto che distingue l'azienda sul mercato.

Art Lab offre ai suoi prestigiosi clienti, il ciclo di rifinizione completo, tramite strumenti all'avanguardia: impianto di aerografia e di verniciatura manuale per pelli intere, capi tagliati e/o tessuti e impianti di applicazione carte transfer (lamine, paillettes, lacche, disegni transfer, film poliuretanici). Infine, è disponibile anche la stampa digitale, affinata in vent'anni di esperienza, con l'utilizzo di ogni tipo di inchiostro su tutte le tipologie di supporto: dai coloranti acidi per pellami naturali, crust, nabuk e velour, ai coloranti “Eco-Solve” per pellami rifiniti come nappe, coperture, vernicette, abrasivati, basi specchio e, infine, i coloranti UV ELASTIC per basi nere o scure.

artlab-storia-01

Il progetto industriale dell’ imprenditore Marcello Tatoni (al centro nella foto) iniziava alla fine degli anni ’80 in Toscana nel distretto conciario di Santa Croce sull’ Arno (PI). L’azienda si fece notare da subito perché fu la prima che intraprese modalità di rifinizione e stampa sulla pelle alternative e inusuali per quell’ epoca.

L’ intuizione dell’ imprenditore Marcello Tatoni è stata quella di trasformare l’idea della stampa sublimatica fatta su carta nella stampa digitale trasferendola direttamente sulla pelle modificandone i macchinari.

Ciò che ha da sempre caratterizzato lo sviluppo e l’evoluzione del percorso dell’imprenditore è stata la sua curiosità nel cogliere l’essenza con cui possono essere fatte le cose, a tale proposito si racconta bambino quando suo padre gli regalò un palloncino gonfiabile, passo’ tutto il giorno a fissarlo fino a che preso dalla curiosità di capire cosa lo tenesse in aria… lo bucò, questo gesto semplice formò profondamente il suo pensiero ovvero che le cose belle e particolari non sono sempre composte da qualcosa di tangibile ma sono esperimenti che hanno permesso di dare vita ad idee.

artlab-storia-02

Intanto usciti dalle scuole i due figli Ilaria Sassetti e Dario Tatoni iniziavano a formasi nell’azienda del padre assimilando il background e gli insegnamenti delle persone di esperienza che lavoravano insieme. Nel 2013, anno di profonda trasformazione, nasce l’attuale Art-lab srl un vero e proprio laboratorio di idee e di innovazione continua. Raccontano di aver passato notti insonni a fantasticare su quello che potrebbe essere stato il nome dell’azienda era importante che non si perdesse il senso della tradizione ma che allo stesso tempo non fosse banale e facile da ricordare, cosi pensando e ripensando decisero di utilizzare una parte del nome dell’azienda del padre Artea trasformandolo in Art e Lab per inquadrare quello che sarebbe diventato un vero e proprio laboratorio di idee innovativo e creativo sulla rifinizione della pelle.

Ilaria Sassetti e Dario Tatoni ormai cresciuti e maturati diventano i primi due proprietari di Art-lab srl e ci raccontano che arrivati a questo punto urgevano progetti nuovi che a sua volta muovevano un nuovo unico grande investimento che avrebbe permesso all’ azienda di arrivare a nuovi standard produttivi e che avrebbero riqualificato il loro lavoro rendendolo ancora più esclusivo e innovativo.

artlab-andrea-balleri-01

Per questo motivo complice una conoscenza comune entra nella società l’ingegnere Andrea Balleri manager con grande esperienza che ha dato un senso al nuovo progetto imprenditoriale mettendo in scena strategie mirate finalizzate ad un attento controllo di gestione e di processo optando principalmente ai clienti top brand del settore moda e arredamento. Insieme i soci hanno rafforzato gli investimenti finalizzati alla stampa digitale e all’alta frequenza offrendo un servizio completo e diversificato sinergico al loro business tradizionale e principale quello dell’ aerografia

Nasce anche internamente un laboratorio analisi, dove poter certificare in tempo reale i campioni richiesti ed eseguiti su richiesta del cliente.

Con l’ arrivo dell’Ingegnere Andrea Balleri si apre per il progetto anche uno scenario Green per la riqualificazione degli ambienti lavorativi e per lo sviluppo di nuovi prodotti/processi eco-sostenibili questo a conferma che Art-lab Srl oggi è diventata una grande azienda di ricerca e sviluppo.

L’ azienda ci racconta l’imprenditrice Ilaria Sassetti, prima che un’industria, appare una grande famiglia, in Art Lab srl opera un gruppo di oltre 100 famiglie e questo concetto è stato tale dal primo giorno, quando erano solo pochi e lei e il fratello si formavano con l’aiuto di queste persone. Oggi Art Lab srl ha un turn over pari a zero, sinonimo di alto gradimento da parti di tutti i propri dipendenti , il lavoro viene svolto con entusiasmo ed armonia e tutti stanno bene e si sentono parte integrante dell’azienda famiglia.

D’altronde la differenza nelle aziende che funzionano, in termini di qualità e servizio, la fanno proprio le persone.

L’ età media dei dipendenti è 28 anni, quindi alcune generazioni di persone staranno all’interno di Art Lab srl per diverse decine di anni, crescendo dal punto di vista economico e lavorativo e assumendo via via maggiori responsabilità.

L’ investimento di questi tre imprenditori è soprattutto nello sviluppo del capitale umano e ai loro lavoratori chiedono anche di contribuire con ricerca e con idee, mentre nel contempo aggiornano regolarmente la tecnologia con macchinari di ultima generazione.

In ottemperanza a quanto previsto dal disposto della L. 124/2017 commi da 125 a 129 per gli aiuti di Stato e aiuti de Minimis, soggetti all’obbligo di pubblicazione nel “Registro nazionale degli aiuti di Stato” di cui all’articolo 52 L. 234/2012 di seguito il sito internet al quale riferirsi

  • Anno 2018: Incentivo percettori NASPI di cui al DL 76/2016 - Cicolare INPS 175/2013 per un totale di Euro 2.015,38

  • Anno 2019: Incentivo percettori NASPI di cui al DL 76/2016 - Cicolare INPS 175/2013 per un totale di Euro 2.171,14

  • Anno 2020: Incentivo percettori NASPI di cui al DL 76/2016 - Cicolare INPS 175/2013 per un totale di Euro 428,04

Aiuti di stato